Be Real, il nuovo social anti Instagram: come funziona

Be real
25ago, 2022

La novità social del momento, spopolata già da tempo negli USA, Be Real è il nuovo social anti-social. Non ci sono follower ne filtri, il suo scopo è quello di promuovere la spontaneità.

Il successo di Be Real

È uscito ufficialmente nel Febbraio del 2020, e in poco tempo ha ottenuto fino a 30 milioni di dollari di finanziamento, dimostrando che probabilmente alle persone inizia ad interessare maggiormente la vita spontanea e non filtrata.

Al contrario di Instagram e TikTok questo social vuole riportare le persone alla normalità, con foto vere e spontanee. Infatti c’è un unico modo per postare su Be Real, tramite una notifica.

Come funziona?

Il funzionamento di questo social è molto semplice, una volta effettuata l’iscrizione l’applicazione invierà una notifica sul cellulare e l’utente avrà massimo due minuti per scattare e condividere la foto. Senza la possibilità di modificarla o filtrarla.

Be real notifica

Be Real attiva sia la fotocamera anteriore che posteriore del telefono scattando le due foto contemporaneamente.
Finiti i due minuti non si potrà postare più nulla, la foto rimarrà visibile per 21 ore, nelle quali i tuoi amici potranno visualizzarla e commentarla unicamente con emoji (come le reazioni alle stories di Instagram.)

Be real

Ma è obbligatorio partecipare, infatti se non si posta una foto nei due minuti a disposizione non si potranno visualizzare le foto delle altre persone. Insomma, non si può solo guardare, bisogna partecipare.
Per ora è consentito postare solo foto, ma gli sviluppatori sono già a lavoro per integrare la possibilità di condividere brevi video, seguendo sempre le regole di Be Real.

Così il social vuole tornare ai vecchi tempi, quando si catturava la spontaneità, mostrando il momento esatto che si sta vivendo, senza filtri; come ci ricorda anche il suo slogan Be Yourself, Be Real” – “Sii te stesso, sii reale“.

Be Real è nato con uno scopo ben preciso, contrastare l’ossessione per la perfezione estetica, per i follower e per la popolarità online. Fino ad arrivare a combattere la dipendenza per i social network, ci riuscirà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SCRIVICI SU MESSENGER