Cosa sapere del cassetto fiscale per la fatturazione elettronica. Dalla comunicazione del codice univo alla nuova funzione “Le tue FE passive messe”

19Apr, 2019

Che cosa è il cassetto fiscale?

Il cassetto fiscale è un portale telematico dell’Agenzia delle Entrate che permette una veloce consultazione di alcuni dati e informazioni fiscali.

Per accedere al portale bisogna richiedere il Pin personale Fisconline (che può essere richiesto presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate), è possibile avere fino ad un massimo di due delegati che possano consultarlo al posto nostro.

I commercialisti hanno generalmente l’incarico per poter accedere in nome dell’azienda ma con l’avvento della fatturazione elettronica consigliamo di richiedere il proprio pin ed essere autonomi nella consultazione.

Come vedere le fatture elettroniche nel cassetto fiscale?

La parte dedicata alle fatture elettroniche è all’interno della sezione “fatture e corrispettivi“, bisogna fare accesso con le proprie credenziali scegliere “incaricato” e la partita IVA interessata chiamata “utenza di lavoro”.

Selezionare nella sezione consultazione “fatture elettroniche e altri dati IVA”

sarà ora possibile visualizzare:

  • LE FATTURE EMESSE
  • LE FATTURE RICEVUTE
  • LE TUE FATTURE PASSIVE MESSE A DISPOSIZIONE
  • PAGAMENTI IMPOSTA DI BOLLO

Come vedere le fatture emesse nel cassetto fiscale?

Selezionare dalla home consultazione “le tue fatture emesse” sarà possibile filtrare la ricerca per data di emissione e per tipo fattura ed apparirà l’elenco desiderato.

Per visualizzare la fattura nel dettaglio bisogna cliccare sul simbolo azzurro posto nell’ultima colonna di ogni riga.

Come vedere le fatture passive nel cassetto fiscale?

La procedura è identica a quella delle fatture emesse:

Selezionare dalla home consultazione “le tue fatture ricevute” sarà possibile filtrare la ricerca per data di emissione e per tipo fattura ed apparirà l’elenco desiderato.

Per visualizzare la fattura nel dettaglio bisogna cliccare sul simbolo azzurro posto nell’ultima colonna di ogni riga.

Per scaricare le fatture nel formato xml, visualizzare il pdf nel formato ministeriale o scaricare i meta data necessari a conoscere la data precisa della ricezione bisogna entrare nei dettagli e cliccare l’apposito pulsante a seconda della necessitò nella sezione destra come da immagine sottostante:

Cosa sono le tue FE passive messe a disposizione?

In questa sezione troverete tutte le fatture elettroniche non consegnate da Sdi, pur essendo regolarmente emesse. questo può capitare per i seguenti motivi:

  • per mancanza del codice univo o pec da usare
  • per problemi tecnici (casella pec piena o  canale telematico non attivo o mal funzionante)

Cliccando sui singoli documenti è poi possibile visualizzarli e scaricarli.

visualizzando la fattura verrà automaticamente spostata nelle fatture ricevute. Ricordatevi che se utilizzate un ente certificatore con codice univo sarà necessario provvedere alla conservazione di questi documenti non recapitati prima della fine dell’anno, ma approfondiremo meglio questo argomento le prossime settimane.

Come comunicare il codice univoco nel cassetto fiscale?

Se avete dubbi che sia stato fatto o meno la comunicazione del codice univo all’agenzia, potete verificare in un attimo perché la procedura è molto semplice: basterà accedere a fatture e corrispettivi come precedentemente descritto e scegliere nella sezione “Fatturazione elettronica e Conservazione” alla prima opzione:

registrazione dell’indirizzo telematico dove riceverai tutte le fatture elettroniche.

a questo punto scegliere codice destinatario ed immettere il codice univo e salvare

sperando di averti aiutato, ti invitiamo a rimanere connesso al nostro blog per gli ulteriori approfondimenti sul cassetto fiscale e sulle fatture elettroniche.

contattaci per scoprire il nostro software specifico per la fatturazione elettronica


Scopri di più
Facebook Messenger

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *