LinkedIn: cos’è, come creare un profilo e ottimizzarlo

Iscrizione a LinedIn
09giu, 2022

LinkedIn è conosciuto come il social network dei professionisti, popolato da manager, imprenditori e persone alla ricerca di un impiego.
Infatti, che tu stia cercando un lavoro o soltanto nuove opportunità dovresti usare LinkedIn e promuovere il tuo personal branding.  Ma quali sono le potenzialità di LinkedIn? Di seguito vedremo come creare un profilo LinkedIn e ottimizzarlo al meglio.

Cos’è LinkedIn

LinkedIn è un social network di proprietà di Microsoft, nato con lo scopo di abilitare le interconnessioni tra individui nell’ambito del business; potrebbe sembrare una piattaforma dedicata alla sola ricerca del lavoro ma non è così

Molte persone scaricano LinkedIn con il solo scopo di trovare un impiego scambiando questo social per un portale dove vengono pubblicate esclusivamente offerte di lavoro, per poi rendersi conto che non è così semplice e lo abbandonano.

Il tuo profilo LinkedIn non deve essere una semplice copia digitale del tuo curriculum cartaceo, ma qualcosa che lo arricchisce, un portale dove condividere aggiornamenti sul tuo stato professionale, promuovere te stesso e i contenuti da te creati, come il tuo portfolio o un progetto che stai realizzando.

Come creare un profilo LinkedIn e ottimizzarlo

Creare il profilo

Aprire un profilo LinkedIn è molto semplice e gratuito, ma come ci insegnano i migliori marketers, quando qualcosa è gratis il prodotto sei tu, ed in questo caso è proprio così.

Per creare il proprio account basterà scaricare l’app o cercare LinkedIn sul motore di ricerca, una volta inserita la vostra mail (mi raccomando, una mail professionale non quella che avete creato alle medie con gli amici) e impostata la password sarete pronti per compilare tutti i campi, e qui arriva la parte importante.

Creare un account su LinkedIn

Ottimizzare il profilo

Il primo passo per avere un profilo curato e facilmente visibile agli occhi degli altri è compilarlo in ogni sua parte, con criterio ovviamente.

La prima cosa da fare, dopo aver impostato il vostro nome utente (nome e cognome, no nomignoli o nickname particolari), è sicuramente caricare la foto profilo; deve renderci riconoscibili ad un futuro colloquio di lavoro per cui non volti a metà o sfondi troppo particolari. Ricordate che è come se fosse la foto del vostro curriculum.

In secondo luogo è importante compilare tutti i campi relativi alla presentazione di se stessi, come il lavoro attuale, una presentazione di chi si è, cosa si fa e soprattutto perché lo si fa.
Chi atterra sul nostro profilo deve capire velocemente chi siamo, di cosa ci occupiamo e i motivi per i quali dovrebbe intraprendere un rapporto con noi.

Trovare collegamenti

Dopo aver compilato tutti i campi si può iniziare a fare rete collegandosi con le persone che ci interessano.
Su LinkedIn è possibile sia seguire una persona, quindi vedere i contenuti che posta sia collegarsi reciprocamente con qualcuno, diventando ‘amici’.

È importante collegarsi con le persone giuste, ex colleghi, datori di lavoro o persone potenzialmente interessate a noi. Infatti la parte più importante di LinkedIn è la scelta dei post da condividere, in linea con quello che vogliamo ottenere.
Vuoi fare il copywriter? Allora condividi articoli scritti da te, lavori a cui hai partecipato o spunti interessanti che trovi sul web.

Ricordati che è fondamentale anche commentare i post degli altri, condividerli ed esprimere il proprio pensiero, ovviamente coerente con quello che offriamo. Se il mio lavoro o quello per cui sto studiando è in ambito commerciale non mi interesserà condividere video di gattini o spunti interessanti sulle piante.

Ricordate, LinkedIn non è Facebook.

LinkedIn per le aziende

LinkedIn non è utile solo ai singoli individui ma anzi, è studiato anche per le aziende.

Per aprire un profilo aziendale bisogna necessariamente avere un profilo personale che farà da amministratore alla pagina aziendale. Poi segui i seguenti passaggi:

  1. Clicca sull’icona Prodotti nell’angolo in alto a destra della tua homepage di LinkedIn
  2. Clicca su Crea una pagina aziendale
  3. Seleziona il tipo di pagina che desideri creare (Piccole imprese, Medie e grandi aziende, Pagina Vetrina, Istituto didattico)
  4. Inserisci le informazioni relative alla pagina, ai dettagli dell’azienda

L’uso di una pagina aziendale è utile non solo per aumentare la brand awareness, ti permette di offrire offerte di lavoro, creare nuove partnership e opportunità.

Le differenze con il profilo personale

  • La pagina aziendale può essere gestita da più persone, il profilo personale da una sola
  • La pagina non può avere collegamenti, può solo essere seguita
  • La pagina ha molti più Insight (statistiche)
  • La pagina può creare campagne sponsorizzate, il profilo no
  • La pagina serve per fare marketing, il profilo personal branding

Nel caso dei liberi professionisti è possibile sia aprire un profilo personale che una pagina, in modo da avere tutti i benefici.
Per sfruttare al meglio il tuo profilo aziendale leggi il nostro articolo in cui ne parliamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SCRIVICI SU MESSENGER